Navigando su questo sito acconsenti all'uso dei nostri cookies.

ROBERTO OKABE

ROBERTO OKABE

FINGER’S

Nato in Brasile a São Paulo da genitori giapponesi (a loro volta figli di immigrati), Roberto Okabe da ragazzo voleva diventare grafico pubblicitario… Vedeva la mamma preparare il sushi per la famiglia, ma non pensava di fare il cuoco. Nel 1990, però, inizia il percorso che lo porterà a diventare uno chef: giunto a Tokyo con la squadra di calcio a cinque dell’università in cui studiava (grazie a una borsa di studio per meriti sportivi) per un torneo, resta affascinato dalla cucina e dalla cultura del Giappone e decide di rimanervi per approfondire le sue conoscenze nel mondo della ristorazione. Nel 1994 rientra a São Paulo e inizia la sua avventura al Mitsuba sotto la guida del maestro Kajino che gli trasmette la passione per il sushi e gli insegna i trucchi del mestiere.

Nel 1997 vola in Italia per entrare nella cucina della prima “trattoria” giapponese di Milano: la “Compagnia Generale dei Viaggiatori, Naviganti e Sognatori”. Due anni dopo, sempre a Milano, inaugura il ristorante “Zen”, il primo Kaitensushi d’Italia, per poi aprire il “Mori Jungle Sushi” a Erbusco, tra le colline della Franciacorta.

Ma la vera svolta avviene nel 2004 grazie all’incontro con l’amico (e socio) Clarence Seedorf con cui apre a Milano il ristorante Finger’s, tutt’ora acclamato punto di riferimento per tutti gli amanti della cucina giapponese creativa. Nell’ottobre del 2011 Roberto Okabe e Clarence Seedorf concretizzano l’evoluzione di un sogno: il Finger’s Garden, un vero e proprio “giardino zen” in città immerso in 1.400 mq di verde.

Ma il successo del Finger’s Style non si arresta e oggi il brand Finger’s ha varcato i confini milanesi con i due “spin-off” di Porto Cervo, nel cuore della Costa Smeralda in Sardegna (da giugno a settembre) e di Megève, sulle piste di Christomet, prestigiosa località sciistica francese, per il periodo invernale (dicembre-marzo). Dal 2017 è giunto anche nell’Urbe con un nuovo importante progetto a pochi passi da Piazza del Popolo: il Finger’s Roma.

Un antico proverbio giapponese recita: “L’incontro fra le persone è dove tutto ha inizio”.

E quella di Finger’s è certamente una storia di incontri: a cominciare da quello che, quattordici anni fa, portò alla nascita di un nuovo concetto di cucina “fusion”, oggi diventato un brand a livello nazionale.

Era il 2004 e l’estroso chef nippo-brasiliano Roberto Okabe e il grande campione Clarence Seedorf aprivano insieme il primo ristorante Finger’s a Milano.

In pochi anni Finger’s, grazie a un mix vincente in grado di coniugare grande cucina, ambiente sofisticato e servizio accurato, ha saputo farsi apprezzare da un numero sempre crescente di estimatori e dopo le aperture di Porto Cervo (nel 2009), il “raddoppio” a Milano (con il Finger’s Garden nel 2011) e di Megève (nel 2014), oggi Finger’s sbarca nella Capitale.

Grazie a un nuovo incontro: quello con Francesco Palazzi, romano, imprenditore nel mondo dello spettacolo e dei grandi eventi (dal cinema alla moda) e già titolare di attività di successo nel settore della ristorazione in Italia e all’estero (New York e Barcellona).

A pochi metri da una delle piazze simbolo di Roma, la centralissima Piazza del Popolo, Finger’s ha tutte le carte in regola per diventare un indirizzo imperdibile e si prepara ad accogliere (e conquistare) il pubblico romano e internazionale.

La cucina di Finger’s, geniale, gustosa e creativa, esprime combinazioni inedite di gusti e suggestioni: alla leggerezza e all’armonia della tradizione giapponese si uniscono i sapori del Brasile e il calore dei cibi mediterranei in un equilibrio raffinato e inedito, uno stile inconfondibile e unico: il Finger’s Style.

Scopri di più su: www.fingersrestaurants.com

Categorie
WordPress Theme built by Shufflehound. © 2018 Taste Of Roma by BE.IT - P.I. 06889150964  |  2018 StranoWeb StranoWeb