Otaleg

Otaleg è la parola GELATO scritta al contrario, ed è la gelateria di Marco Radicioni, maniaco consumatore prima, e artigiano maniacale ora.

Marco Radicioni è un filosofo del gelato, ed ha sviluppato intorno alle sue creazioni un’esperienza emozionale: da una parte lo stupore e la gioia infantile che il gelato sa destare, dall’altra lo studio delle tecniche, affinate e approfondite in età adulta, bilanciati insieme in modo da creare un percorso ogni volta nuovo, mai scontato, ribelle e curioso.

Il gelato di Otaleg! nasce per ‘sottrazione’. Uno degli obiettivi è quello di avere, quanto più è possibile, un prodotto ‘nudo’ e immediato. Se fosse un dipinto potremmo dire che sarebbe solo tela, senza cornice. Nei sorbetti di frutta, ad esempio, non c’è acqua, ma solo frutta, tanta, e il necessario apporto di zucchero, in modo che l’unico attore rimanga il sapore  e l’idea che c’è dietro a quel sapore.

Il metodo di lavorazione non prevede scorciatoie: per terminare un solo gusto viene impiegato tutto il tempo necessario.

Il gelato viene prodotto tutti i giorni, iniziando in piena notte e terminando poco prima dell’apertura del locale. Ai gusti classici, come la crema, realizzata con uova fresche pastorizzare in laboratorio, il pistacchio, di varie provenienze e sfumature, il caffè, con le miscele speciali del torrefattore e amico Fabrizio Rinaldi, la nocciola di Caprarola, vicino a Viterbo, le ricotte dell’Antica Caciara Trasteverina, i cioccolati della selezione dei “cru” di Amedei, si affiancano sapori sempre nuovi e diversi, ginnastica cerebrale per chi li pensa e realizza, e divertimento e stupore per chi li assaggia. I grandi formaggi locali, come il pecorino in salsa di fave con mandorle agli agrumi, le verdure, come le puntarelle cacio e pepe o la cicoria ripassata con aglio, olio e peperoncino, o, ancora, i gastronomici più elaborati, come il salmone con avocado, basilico e coriandolo, sempre seguendo la stagionalità delle materie prime utilizzate e la voglia di dare dignità a un prodotto che può entrare di diritto, come protagonista, nelle cucine dei grandi ristoranti, oltre che nelle vaschette delle botteghe.

Otaleg! guarda in modo particolare all’ambiente. Da tempo ormai tutto il suo packaging, coppette, cucchiaini, vaschette, è compostabile per contribuire alla salvaguardia dell’ambiente, non come moda ma come profonda convinzione.

Presto l’attività si amplierà con l’apertura di un nuovo locale a Monteverde Vecchio, per ritornare vicino a dove tutto è cominciato, e dove non mancheranno molte novità alla maniera di Marco Radicioni e del suo Otaleg!

Scopri di più su www.otaleg.com

Categorie
WordPress Theme built by Shufflehound. © 2019 Taste Of Roma by BE.IT - P.I. 06889150964  |  2019 StranoWeb StranoWeb